martedì 31 gennaio 2012

Qual'è l'orario giusto per pubblicare un post su Google+?

Per scrivere un post di successo non serve solo scriverlo bene, creare quell'interesse che porta a condividerlo, creare un contenuto unico che venga apprezzato, ma bisogna anche scegliere l'orario e il giorno giusto.
Se stessimo parlando di un blog questo discorso sarebbe molto più semplice, nella maggioranza dei casi (ovviamente ci sono le eccezioni), sabato e domenica sono due pessimi giorni perché la maggioranza della gente si connette durante l'orario di ufficio, per cui nel fine settimana non viene a visitare il vostro blog, mercoledì è solitamente il giorno in cui si commenta e condivide di più, dato che ci si è ripresi dall'inizio della settimana (dopo un duro lunedì e un martedì ancora presi) e non si è ancora catapultati nel weekend, dove si sente l'aria già il giovedì, per poi pensarci tutto il venerdì.
L'orario per un blog potrebbe essere la mattina presto, appena uno entra in ufficio va a vedersi gli aggiornamento, quindi verso le 8 di mattina potrebbe essere un ottimo orario, oppure verso le 13-14, così uno si trova il post appena dopo pranzo o se lo guarda durante la pausa.
Ma per i social questo ragionamento è totalmente sbagliato, infatti Facebook, Twitter e Google+ ricevono moltissimi collegamenti da mobile, pensate solo che questo natale 300 milioni di persone si sono collegate dall'applicazione di Facebook, questo significa che il fattore ufficio conta molto ma molto meno.
Possiamo identificare l'orario giusto per pubblicare su Google+ dalle 10 alle 13, questo perché appena svegliati gli utenti guardano rapidamente il loro profilo in cerca della risposta dell'amico al post di ieri sera, la notte non c'è ovviamente nessuno collegato e la sera sono troppo stanchi per leggere il tuo aggiornamento e stanno raccontando all'amico la dura giornata.
Verso le 10 invece cominciano a cercare informazioni e sono abbastanza svegli per commentare e condividere un tuo post, questo post verrà letto sia da chi controlla il proprio social network a quell'ora sia chi se ne occupa nel pomeriggio tardo.
Se proviamo a guardare questi 2 grafici relativi a una pagina su Google+ (ma ho notato che tutti i grafici sono simili) possiamo renderci ben conto di quanto appena espresso.
Il primo grafico è relativo ai post per ora, mentre il secondo è relativo ai commenti, +1 e condivisioni per ora, notiamo 2 picchi nel primo grafico, uno in corrispondenza delle 9 e l'altro alle 18-19, possiamo invece notare un picco alle ore 10 e un'assenza di interazioni prima di quest'ora, nonostante alcuni contenuti siano stati pubblicati anche alle 7, alle 11, alle 12 e alle 13 le interazioni calano, per poi ricrescere alle alle 14-15-16, mantenendosi ai valori ottenuti alle 10, per poi calare mantenendosi più o meno costanti dalle 17 alle 22.



Questo significa che pubblicare prima delle 10 non ci porta alcuna visibilità in più, mentre pubblicare dopo le 13 ci farebbe perdere alcuni utenti perché il picco lo abbiamo alla pubblicazione iniziale, come è ovvio che sia, gli utenti condividono e commentano nell'immediato e verso le 13 abbiamo ottenuto la maggiore visibilità possibile diretta, avendo poi il resto della giornata una visibilità indiretta, se pubblichiamo dopo le 13 questa visibilità indiretta verrà persa per l'arrivo della sera.
Anche se non esiste un orario giusto per pubblicare il mio consiglio è di scrivere dalle 10 alle 13, evitando i post serali che fanno più fatica a girare.
Ovviamente tutto dipende dalla tipologia della pagina, ma generalmente può andare bene come orario.
Come ho detto precedentemente nei social cambia tutto rispetto ad un blog in quanto la gente si collega continuamente, se siamo riusciti ad identificare un'orario è molto più difficile identificare il giorno giusto, come possiamo vedere dal grafico qui sotto il giorno della settimana conta poco, addirittura in questo caso la domenica abbiamo il picco di interazioni (anche perché sulla pagina presa in analisi viene postato anche la domenica), ma possiamo affermare che è più o meno stabile, possiamo quindi permetterci di non pubblicare sabato e domenica e non dare preferenze particolari al giorno della settimana per i nostri contenuti.


Ovviamente stiamo parlando di contenuti con un contenuto di interesse, non di una news che deve essere data nell'immediato, dopo aver verificato il contenuto e la veridicità della stessa, indipendentemente dal giorno o dall'ora.

1 commento:

  1. Complimenti vivissimi per l'articolo! Davvero dettagliato e preciso e pienamente condivisibile!

    E dopo tutto questo... io continuo a postare quando e come riesco... :-p

    RispondiElimina