lunedì 23 gennaio 2012

Il social network puro sta morendo


Un Social Network, o rete sociale in italiano, è un gruppo di persone connesse da legami di lavoro, amicizia o conoscenza, un Information Network, rete di informazioni nella nostra lingua, è una rete che trasmette informazioni, il Social network per eccellenza è Facebook, il cui scopo iniziale è metterci in contatto con amici di scuola, colleghi e conoscenti, l'information network numero uno è Twitter, dove in 140 caratteri dobbiamo dare una notizia e aggiornare il nostro stato, aiutato dai trends, se il secondo è in una crescita spaventosa, soprattutto in italia e grazie a notizie che veicolano prima su Twitter che sui media tradizionali il primo è in discesa libera, non parliamo di numero di iscritti, ma del mio punto di vista, un social network che ti mette in contatto con gli amici è stato per alcuni anni il trend, ma ora la gente sta cominciando a cercare qualcosa di nuovo, Twitter sta esplodendo adesso grazie alla velocità delle notizie, circolano prima di tutti gli altri posti e sono continue, c'è quasi un overflow di informazione, la tragedia della costa è stata discussa in lungo e in largo da tutti, su Facebook questo non è successo, non ho visto tanti link come mi aspettavo su questo argomento, poca informazione, l'esatto contrario di Twitter, se succede qualcosa non ho modo di sapere che ne stanno parlando tutti e ne rimango all'oscuro finché un mio contatto non ne parla.
Il futuro, a mio parere, è un social/information network, Google+ attualmente risponde a queste esigenze, le cerchie mi permettono di tenermi in contatto con i miei amici, conoscenti e colleghi ed anzi, di mostrare o nascondere alcune cose a loro, inoltre posso cerchiare estranei che non sono obbligati ad aggiungermi, ma io posso comunque seguire i loro aggiornamenti senza che loro siano obbligati a seguire i miei, diciamo che assomiglia molto a Twitter per questo aspetto, l'informazione arriva sia grazie ai contenuti sia grazie ai temi caldi (che per ora si trovano alla fine dello stream e presto arriveranno anche nel menu), inoltre posso sfruttare le cerchie come ho specificato prima per seguire persone interessanti.
Questa canalizzazione dei contenuti mi permetterà poi di aggiornarmi sui temi che più mi interessano in caso di overflow di informazione, tralasciando gli altri aspetti che mi interessano meno.
Un'interessante considerazione è arrivata da questo commento in cui viene evidenziata la differenza fra Facebook che è un social network, usato per lo più da teenager e Google+ che è più un information network con la possibilità di utilizzarlo per scambiarci informazioni relative al lavoro, tenere video conferenze con gli hangouts e sfruttare gli strumenti di Google con le Apps.
L'idea è che gli adolescenti una volta diventati maggiorenni e con la necessità di utilizzare il sempre minor tempo a loro disposizione meglio e cercando notizie passino a Google+, cancellandosi quindi dal primo.
Ma forse questo discorso è già chiuso dato che secondo alcuni messaggi su Google Gruppi, Google+ dovrebbe aprire ai minorenni a breve.

2 commenti:

  1. Potresti aver ragione, nel medio o nel lungo periodo. E che Twitter sia una piattaforma migliore e più qualificata credo sia un dato di fatto.
    Però al momento FB è in continua ascesa, purtroppo. E G+ segna il passo.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina