lunedì 9 gennaio 2012

Google+ sta ridefinendo il mondo in cui pensiamo il web


Google+ non sta solo cambiando il mondo dei social network, ma sta letteralmente cambiando il mondo in cui pensiamo il web ridefinendone le regole.
Google plus sta cambiando il modo in cui eravamo abituati a condividere, abbiamo una gestione completa della privacy, grazie alle cerchie possiamo decidere con chi condividere le nostre idee e i nostri pensieri, possiamo suddividere queste cerchie per interessi e seguire separatamente ognuno di essi, possiamo quindi decidere di bloccare certi post e guardare solo quello che vogliamo guardare, possiamo nascondere i post dello stream in entrata di un certo utente o nascondere il singolo post.
Google+ ha un potenziale illimitato, è quello che gli utenti hanno sempre chiesto a Google, l'integrazione di tutti i suoi servizi per poter accedere rapidamente al nostro calendario, alle nostre email, ai nostri documenti e ai nostri video e lo sta facendo nel modo più inaspettato, sta creando un social network basato su questo, sulla condivisione cosciente delle nostre informazioni con chi vogliamo.
Offre soluzioni innovative e veramente utili come gli hangouts, che vengono a volte sottovalutati ma sono il vero punto di forza di questo social network, che permette di mostrarli on live a tutti e di registrarli per poi condividerli o rivederli, nemmeno skype offre la possibilità di fare video chiamate fra più persone, e lo fa senza programmi aggiuntivi ma semplicemente dal web e possiamo farlo sia a casa, che da un amico che dal nostro cellulare.
Google plus non sta solo cambiando il social network e il modo in cui lo usiamo, o la nostra comunicazione, ma anche le ricerche, possiamo trovare persone vicino a noi che stanno facendo le stesse nostre cose, possiamo vedere in tempo reale consigli su quello che cerchiamo, avere le recensioni dei locali migliori e fare delle ricerche in continua evoluzione e miglioramento.
In Google+ si stanno integrando tutti i servizi di Google, che nel loro complesso coprono quasi totalmente il web, dalle mappe, che svolgono anche la funzione di navigatore, ai luoghi con recensioni e consigli, agli eventi, ai voli aerei, al meteo, questo è quello che stavamo cercando da molto tempo un servizio che li comprendeva tutti.
E se la vostra paura è che Google monopolizzi il web potete stare tranquilli, nessuno riuscirà mai a conquistare internet, un mondo in continua evoluzione, dove una sola idea può cambiare e stravolgere totalmente gli equilibri, dove il dettaglio fa la differenza, dove in un periodo di tempo breve un'azienda passa da essere leader del mercato a dover rincorrere i propri avversari perché hanno dato quel qualcosa in più. Se un servizio può integrare la nostra vita reale con quella virtuale ben venga se questo ci può aiutare.

2 commenti:

  1. Penso che invece i rischi di monopolio siano maggiori. Il Web è assimilabile al Far West e dopo una iniziale euforia le posizioni andranno consolidandosi ed i subitanei capovolgimenti di fronte saranno molto più rari che in passato.

    RispondiElimina
  2. Non la penso come te, semplicemente perché il dominio di Google nel web è finito con l'arrivo di Facebook, la cui attuale posizione è in fermento, un altro esempio è splinder, fino a qualche tempo fa chi avrebbe mai pensato alla sua fine, per non parlare di myspace o netlog, chi gli nomina più?
    Dropbox sembrava il re incontrastato, si parla della sua fine quest'anno, il web è troppo in movimento perché sia conquistato da uno solo, potrà essere presente ovunque ma ci sarà sempre chi creerà un prodotto con qualcosa in più.

    RispondiElimina